Forse è meglio mantenere la calma

In questo articolo di ComputerWorldItalia si evidenzia come il panico abbia un ruolo importante nelle crisi economiche…

“…
Se i risparmiatori ritirano i loro quattrini, le banche (anche quelle commerciali) cominceranno a fallire davvero. Se le banche non prestano il denaro, le imprese non possono funzionare: dismettono attività e licenziano personale. Consumatori licenziati e risparmiatori dissanguati comprano meno beni e servizi, il che penalizza ulteriormente le imprese. Lo Stato incassa meno imposte e al contempo deve sostenere finanziariamente sia le banche sia i lavoratori attraverso gli ammortizzatori sociali…

E’ scientificamente dimostrato che il panico è di gran lunga il più forte determinante delle gravi crisi economiche e finanziarie. Se verrà una crisi tipo ’29 o peggiore, il 20% sarà per colpa degli errori dei banchieri ma l’80% sarà colpa del panico. Panico tra i manager della finanza, tra gli investitori istituzionali e tra i consumatori/risparmiatori.
Ecco allora che ognuno di noi, anche se non è banchiere, capitano d’industria o persona di governo, può fare la sua parte, evitando di contribuire a diffondere il panico…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: